venerdì 2 maggio 2008

Emilio Fede e le sue avventure

Wikipedia:
Il suo modo di condurre la testata, sbilanciato a favore di Silvio Berlusconi secondo i dati dell'osservatorio di Pavia, lo ha esposto a critiche sulla qualità del suo prodotto giornalistico e ad interventi dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni a partire dal 1998. Lo stretto legame con Berlusconi, mai negato da Fede, è testimoniato anche da quanto accadde dopo le elezioni politiche del 1994, quando annunciò il risultato della vittoria del leader di Forza Italia con elogi e opinioni parziali.

Fede è anche criticato per i suoi comportamenti nei confronti dei dipendenti del suo telegiornale, ove il direttore, durante i fuori onda, si arrabbia con loro per disservizi che avvengono durante la diretta.






Dicono di lui:

Emilio Fede? Prima ero critico, ma adesso comincio ad apprezzarlo. E’ un baluardo per la democrazia e per l’informazione. («La Repubblica», 4 gennaio 1995) (Silvio Berlusconi)

Emilio Fede si e' comprato una bambola di gomma. A sua moglie ha detto che gli serve per cancellare... (Lucio Salis)

Emilio Fede le donne le ha sempre amate cosi' e cosi'. Un po' piu' dei jack, certo, ma molto meno dei re. (Gino & Michele)


Raccontano di lui:

Un giornalista italiano (Emilio Fede), uno indu' ed uno mussulmano per un guasto all'auto si fermano in una fattoria dove chiedono aiuto. Il contadino pero' non ha il telefono e puo' solo dare ospitalita' per la notte, ma aggiunge: "Il problema e' che ho solo due letti. Se uno di voi puo' accomodarsi nella stalla, potremmo starci tutti". A quel punto l'indu' interviene: "Non ci sono problemi, datemi una coperta e io dormiro' nella stalla". Cosi' si organizzano. Dopo un po' pero' si sente bussare alla porta. E' l'indu' con la coperta in spalla: "Scusate, ma nella stalla c'e' una mucca e la mia religione mi impedisce di dormire insieme ad essa e quindi...". Allora il mussulmano dice: "Vi cedo volentieri il mio letto. Datemi la coperta e nella stalla dormiro' io". Tornano tutti nei rispettivi letti, quando, dopo un po', si risente bussare alla porta. E' ovviamente il mussulmano, con la sua copertina in spalla: "Scusate, non sapevo, ma nella stalla c'e' anche un maiale, e, capirete, la mia religione...". "Insomma, basta - sbotta Emilio Fede - vado io nella stalla, e cosi' si potra' dormire in pace!". L'indu' ed il mussulmano si accomodano nei letti, Fede nella stalla e tutti sembrano felici. Dopo qualche minuto, pero', si sente di nuovo bussare alla porta. E' il MAIALE ...

2 commenti:

AlexilGrande ha detto...

Emilio Fede è il miglior paraculo per l'informazione italiana. Serve a qualcuno per dire che in Italia c'è una buona informazione perchè l'unico fazioso è lui.

Clockwise ha detto...

L'unica cosa che si può salvare di Fede è Paolini.
Il che è tutto dire.