giovedì 24 luglio 2008

Finte indignazioni


Il giostraio milanese che aveva esposto nel suo spazio al Luna Park una macchina che, pagando 1 euro, simulava una morte su sedia elettrica, rischia ora di essere condannato per atti osceni contro la pubblica decenza.
Bella cazzata.

La gente s'indigna per stronzate. Ci sono infiniti problemi seri in Italia e c'è chi tira in ballo discorsi senza senso sulla pena di morte... come se una giostra recasse danno al lavoro di chi s'è battuto contro la pena di morte (si è detto questo).

Se la Moratti e gli altri politici che si lamentano tanto e tengono così a cuore la questione dovrebbero iniziare ad accusare, al posto di fare comunella, i vari presidenti degli stati americani o asiatici che permettono che nel loro stato ci siano sulla sedia elettrica manichini un tempo vivi.

10 commenti:

Giovanni Greco ha detto...

Comunque pensare che c'è gente specie i bambini che paga 1 euro per vedere uno spettacolo simile mi inquieta.

Bahrabba ha detto...

per me è peggio chi paga 6 euro per entrare nella acsa degli orrori

duhangst ha detto...

A me lascia comunque basito questo spettacolo.

Andrew ha detto...

secondo me è una cazzata

Andrew ha detto...

Ho parlato di questa notizia alla radio dove lavoro parlando anche del tuo blog ;-)

Imagine ha detto...

condivido. lo spettacolo è osceno, ma secondo me 2 ore di lucignolo al lunedì sera sono molto peggio, fanno molti più danni alla testa di un bambino che qualsiasi manichino che brucia.

Niente Barriere ha detto...

Il fatto è permettere queste bip!
Sta storia è andata avanti per parecchi giorni e mi immagino i guadagni del gestore del gioco, visto che ha ottenuto un gran successo.
L'italia è proprio messa male se un prodotto del genere ottiene successo...
Son d'accordo col commento di lucignolo: occhio però: chi semina vento... raccoglie quello che ha seminato, e in italia si è seminato quel tipo di prodotto in quantità industriale.
Insomma la gente è più interessata a quelle cose la piuttosto alla indecenza politica che abbiamo.
che tristezza... meglio emigrare
Un saluto da Raimondo

Bahrabba ha detto...

Come mai nessuno s'è mai lamentato nel vedere l'uomo col pugnale che si muove come se dovesse accoltellare i visitatori, nella casa degli orrori?
Non è che quello sia un gesto nobile... solo che è visto nell'ottica in cui è da vedere: UNA GIOSTRA.

PUPO ha detto...

IO SU QUELLA GIOSTRA METTEREI IN ORDINE:(LETIZIA MORATTI , I ROM CHE SFRUTTANO I BAMBINI , E TUTTE LE PERSONE CHE UCCIDONO LE PERSONE)..IL FATTO CHE IO QUELLA GIOSTRA LA FAREI UTILIZZARE DAVVERO COME NELLA REALTA COSI SCHIATTANO TUTTI.. SECONDO ME I TERZI CHE HO NOMINATO DOVREBBERO MORIRE OGNI GIORNO SU SEDIE ELETTRICHE..CHI E D ACCORDO CON ME ?????' CIAO BAHRABBA

Bahrabba ha detto...

Ciao pupo io sono a priori contro la pena di morte e di fatto la sedia elettrica. I criminali vanno messi in prigione più che come pena per non permettergli di creare ulteriori danni alla società, agli altri.
Senza stare a entrare in discorsi più filosofici che ci vorrebbero ore per trattare, la cosa migliore secondo me sarebbe che al posto della pena di morte si facessero lavorare tutti i detenuti (non dico come nei lager ma comunque farli lavorare 7 ore al giorno) così da portare benefici alla società al posto di essere un ulteriore peso in quanto gravano economicamente sulle spalle degli altri.