domenica 22 giugno 2008

Il ruolo più eccitante della legge: quello che non protegge

Nicoletta Gandus, il giudice che Berlusconi ha tentato di ricusare per salvarsi dalla possibile condanna a 6 anni di carcere, guardando in faccia il Premier potrebbe benissimo esprimersi utilizzando i versi di un testo scritto molti anni fa da De Andrè:




Per chi volessere ascoltare la geniale canzone clikki qua

9 commenti:

duhangst ha detto...

Come è attuale questa canzone!

Clockwise ha detto...

Ma com'è che De Andrè sapeva già 'sta roba tanti anni fa?!
:-D

Andrew ha detto...

canzone attualissima in effetti

Anna"Noi Disabili" ha detto...

lui gia aveva capito tutta la situazione

stefanodilettomanoppello ha detto...

potrebbe anche mandarlo a caga

Prefe ha detto...

La gandus avrà una carriera difficile..

Adduso ha detto...

Vi segnalo questo articolo:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2008/06/blitz-anti-fannulloni-sicilia.shtml?uuid=d105b2d6-3f9a-11dd-9190-00000e251029&DocRulesView=Libero,

del quale qui di seguito riporto solo una piccola quanto eloquente parte:

“… La scelta di Ilarda e di Russo di transitare dalla magistratura alla giunta regionale, come tecnici, non è stata però da tutti approvata. Antonio Ingroia, pm della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, che dopo aver definito «inopportuna la scelta di candidarsi nel medesimo territorio dove si è esercitata fino a quel momento una funzione giudiziaria», a domanda sull’argomento assessori-tecnici ha risposto: «È molto delicata la questione di incarichi politici, assunti non sulla base di un’investitura da parte dei cittadini-elettori ma in virtù di una designazione fiduciaria: un caso in cui i profili di inopportunità crescono. Infine, bisogna valutare con attenzione il rientro in magistratura dopo avere svolto un mandato politico».

...

Anna"Noi Disabili" ha detto...

ciao, ho un gran premio per te che ti aspetta. Capirai meglio nel mio blog.
complimenti

Paz83 ha detto...

decisamente dovremmo andare tutti sotto casa sua a cantargliela in coro...