venerdì 9 gennaio 2009

Il nuovo dipendente statale: la casalinga

Secondo la nuova proposta del Vaticano che tocca le tematiche di crisi economica e famiglia, lo stato Italiano dovrebbe stipendiare tutte le casilinghe d'Italia.
L'intelligente ragionamento, a quanto pare, segue due logiche:

1) le casalinghe, stando sempre in casa, fan spendere meno soldi allo Stato --> Lo Stato si deve sdebitare ripagandole
2) le colf vengono pagate --> per equità sociale devono essere pagate anche le casalinghe


Non è uno scherzo, aspettate...


Così ha spiegato la cosa il Cardinal Antonelli:

"E' importante applicare equità nel prelievo fiscale alle famiglie, un riconoscimento dovuto che reca beneficio all'intera società". Ma anche al lavoro domestico deve essere dato il giusto valore. "Non si capisce come possa valere di meno se svolto da una madre anzichè da una colf: quest'ultimo entra nel Pil e l'altro non è considerato per nulla"

9 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Grazie di cuore per l'appello.

illa ha detto...

infatti è sbagliato pagare le colf, dovrebbero fare le casalinghe gratis come tutte le altre.

BECA ha detto...

Un ulteriore invito a mandare/lasciare tutte donne in casa a cucinare e stirare.

Beh pensiero un po' maschilista, anche se non mi stupisco vedendo chi lo ha detto.

ITALY ITALIA ha detto...

Bel post, grazie.

Casalinga = donna poco istruita.
poca istruzione = fede
pensione casalinghe = + casalinghe
+ casalinghe = + fedeli
+ fedeli = + influenza politica

Piacere Blogger, un saluto.

Blogger ha detto...

Blogger
ITALY ITALIA
questa è "l'identità" giusta, scusa.

duhangst ha detto...

Me lo ero persa questo.

@L ha detto...

a questo sono contrario....

Andrew ha detto...

mah

Anonimo ha detto...

Perche non:)